Da fabbro a carpentiere: la naturale evoluzione di un mestiere antico

Il fabbro cologno monzese è un mestiere antico, che, legato alla lavorazione della sua materia prima “il ferro”, ha attraversato molti periodi storici, mantenendo sempre un ruolo da protagonista nell’ evoluzione sociale.

Infatti l’arte della lavorazione del ferro ha origini antichissime, tutte le sue tecniche sono state affinate nel tempo, in modo da fornire risposte concrete ai bisogni che le società richiedevano. La lavorazione del ferro richiede una conoscenza approfondita del materiale, solo in questo modo è possibile migliorare le sue caratteristiche estetiche senza ledere la funzionalità. Il fabbro è diventato così un maestro della saldatura, che è un’operazione molto delicata tanto da richiedere una certa perizia soprattutto per evitare sbavature che potrebbero compromettere il risultato finale.

Molti fabbri sono diventati degli ottimi artigiani, specializzandosi nella realizzazione di recinzioni e cancelli. Infatti i migliori sono realizzati in ferro o in altri metalli. Questi con la giusta lavorazione, l’uso di sistemi di verniciatura evoluti, come quella epossidica, permettono di mantenere inalterate le caratteristiche del ferro al fine di evitare la formazione di ruggine. Tutte le lavorazioni, al giorno d’oggi sono integrate con sistemi elettronici, si pensi ai cancelli in ferro battuto, che hanno aperture automatiche.

Molti fabbri invece si sono specializzati in lavori di carpenteria edilizia. Perché alla base di molte strutture ad uso industriale, come capannoni per animali o per lavorazioni artigianali vi sono lavori di carpenteria, cioè sistemi strutturali in ferro e altri metalli, tra cui l’acciaio, che vanno a costituire la struttura portante dell’edificio. La realizzazione di edifici con ferro richiede una particolare abilità nella progettazione e nella combinazione dei vari elementi in modo da resistere alle intemperie ed agli eventi sismici.

In ogni caso oggi è possibile avere pezzi prefabbricati sicuri e dal peso non eccessivo, con i quali il fabbro/carpentiere provvederà solamente all’assemblaggio, in questo modo la lavorazione è più semplice e più sicura.

Inoltre dobbiamo considerare che la carpenteria metallica attualmente è di gran lunga preferita a quella in legno, non solo per una maggior versatilità, ma anche per una maggiore resistenza nel tempo.

About